Torna alla panoramica
Drucken

Nel 2018, 42,1% dei consumatori di 14 e 15 anni in Svizzera avevano già comprato loro stessi delle sigarette, risp. 17,4% dell’alcol.

Questo indicatore fa parte del sistema di monitoraggio delle Dipendenze e delle MNT (MonAM) dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

La maggior parte dei giovani sono curiosi e hanno voglia di fare nuove esperienze. Alcuni potrebbero provare sostanze psicoattive come il tabacco o l'alcol. 

La vendita o la consegna di alcol ai giovani di meno di 16 anni (vino, birra e sidro), risp. 18 anni (alcolici, aperitivi e alcopop) è vietata in tutta la Svizzera, mentre la vendita di prodotti del tabacco ai minori di 16 anni, risp. 18 anni, è vietata nella maggior parte dei cantoni. Per ragioni di protezione della gioventù, è essenziale che questi divieti siano rispettati dai punti vendita. I giovani devono venir protetti dalle possibili conseguenze nefaste del consumo di tabacco (p.es. malattie cardio-vascolari o respiratorie, cancri che possono insorgere più tardi nella vita) e del consumo di alcol (p.es. rischi a corto termine di incidenti e intossicazioni).

Questo indicatore mostra in quale misura l’acquisto di tabacco, risp. alcol da consumatori di meno di 16 anni sono diffusi e aiuta a mostrare se sia necessario agire al livello di punti vendita (ossia migliorare il rispetto dei divieti di vendita).

Definizione

Questo indicatore si basa sull’indagine svizzera presso gli allievi “Health Behaviour in School-aged Children” (HBSC).

L’indicatore fornisce la proporzione di consumatori 14enni e 15enni che hanno acquistato almeno una volta loro stessi delle sigarette, risp. dell’alcol. Fornisce per i giovani 14enni e 15enni che frequentano la scuola pubblica e che hanno fumato sigarette nel corso dei 30 giorni precedenti l’indagine, la proporzione di giovani che le hanno acquistate loro stessi in un negozio, un supermercato, un chiosco, un bar, un ristorante o un distributore automatico. Fornisce anche per i giovani 14enni e 15enni che frequentano la scuola pubblica e che hanno bevuto alcol nel corso dei 30 giorni precedenti l’indagine, la proporzione di giovani che l’hanno acquistato loro stessi in un negozio, un chiosco, un bar o un ristorante.

Concernente le sigarette, questo indicatore è calcolato a partire dalle domande seguenti: innanzitutto, la proporzione di 14enni e 15enni che consumano è stata determinata. Si tratta dei giovani che hanno risposto ‘1-2 giorni’ o più spesso alla domanda ‘Per quanti giorni – se lo hai mai fatto – hai fumato sigarette negli ultimi 30 giorni? (categorie di risposta: mai/1-2 giorni/3-5 giorni/6-9 giorni/10-19 giorni/20-29 giorni/30 giorni o più)’. Per questo gruppo di giovani, la domanda seguente è stata in seguito analizzata: ‘Con che frequenza ti procuri le sigarette acquistandole tu stesso/a in un negozio, in un supermercato, in un chiosco, in un bar, in un ristorante o ad un distributore automatico? (categorie di risposta: mai/una volta o alcune volte/ spesso)’.

Concernente l’alcol, questo indicatore è calcolato a partire dalle domande seguenti: innanzitutto, la proporzione di 14enni e 15enni che consumano è stata determinata. Si tratta dei giovani che hanno risposto ‘1-2 giorni’ o più spesso alla domanda ‘Per quanti giorni – se lo hai mai fatto – hai bevuto alcol negli ultimi 30 giorni? (categorie di risposta: mai/1-2 giorni/3-5 giorni/6-9 giorni/10-19 giorni/20-29 giorni/30 giorni o più)’. Per questo gruppo di giovani, la domanda seguente è stata in seguito analizzata: ‘Con che frequenza ti procuri delle bevande alcoliche acquistandole tu stesso/a in un negozio, in un supermercato, in un chiosco, in un bar, in un ristorante? (categorie di risposta: mai/una volta o alcune volte/ spesso)’.

Per ragioni etiche, le domande sull’acquisto di sigarette, risp. alcol sono state poste solo ai 14enni e ai 15enni.

I dati sono disponibili solo per l’indagine del 2018. Per le indagini precedenti non esistono dati comparabili.

Regioni linguistiche: la determinazione della regione linguistica alla quale appartiene una classe interrogata dipende dalla lingua del questionario inviato (tedesco, francese o italiano). Questa si basa sulla lingua (ufficiale) del comune dove si situa la scuola/classe. Le classi della regione linguistica romancia hanno ricevuto la versione tedesca del questionario. Gli allievi di queste classi sono quindi inclusi nella categoria ‘tedesco’.

Il campione nazionale HBSC copre un numero limitato di 11 a 15 anni nella regione italofona. I risultati calcolati per questo relativamente piccolo gruppo di giovani hanno dei grandi margini d’errore (o intervalli di confidenza). Inoltre, non possono essere considerati come rappresentativi di tutti gli 11 a 15 anni della regione italofona. Per questo motivo i giovani di questa regione sono combinati con quelli della regione francofona per le analisi.

Fonte

Informazioni supplementari

  • Alcol in cifre. Statistiche della Regia federale degli alcol (2017). Regia federale degli alcool, Berna: rapporto.
  • Delgrande Jordan, M. et al. (2019). La consommation de substances psychoactives des 11 à 15 ans en Suisse – Situation en 2018 et évolutions depuis 1986 – Résultats de l’étude Health Behaviour in School-aged Children (HBSC). Addiction Suisse, Lausanne: rapport de recherche No 100 (in francese con riassunto in italiano)
  • HBSC International Coordinating Centre: Internationale HBSC-Studie Website (in inglese)
  • HBSC International Coordinating Centre: Studio HBSC internazionale sito internet (in inglese)
  • Dipendenze Svizzera: Studio HBSC svizzero sito internet

Informazioni ai media

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Tel. +41 58 462 95 05
 

Ultimo aggiornamento

20.10.2020