Torna alla panoramica
Drucken

Nel 2018, in Svizzera, il 25,9% della popolazione concorda con l’affermazione che la regolamentazione del consumo e del possesso di canapa dovrebbe essere uguale a quella dell’alcol. Un ulteriore 20,4% si dichiara favorevole a una legalizzazione della canapa, ma con una disciplina più severa rispetto a quella dell’alcol. Il 6,5% è per una depenalizzazione del consumo e del possesso di canapa. Nel complesso, quindi, poco più della metà (52,8%) della popolazione è favorevole a una regolamentazione più liberale della canapa. Gli uomini sono a favore alla legalizzazione più frequentemente delle donne.

Questo indicatore fa parte del sistema di monitoraggio delle dipendenze e delle MNT (MonAM) dell’Ufficio federale della sanità pubblica.

Da alcuni anni sono in atto in diversi Paesi riflessioni sulle regolamentazioni in essere in materia di canapa. Tali considerazioni hanno portato alcuni Stati (Canada e Uruguay) e diversi Stati membri degli Stati Uniti a legalizzare la coltivazione, il commercio e il consumo di canapa a determinate condizioni. Anche in Svizzera si sta discutendo in merito. Nell’ottica della sanità pubblica, si tratta in una prima fase di realizzare progetti pilota aperti, accompagnati scientificamente, volti a individuare la disciplina ottimale in materia di canapa. A tal proposito, le indagini svolte presso la popolazione possono fornire indicazioni sull’accettazione di determinate forme e misure di regolamentazione.

Definizione

L’indicatore mostra quante persone sono favorevoli o contrarie a determinate modifiche della regolamentazione in materia di canapa.

I dati provengono da un’indagine online (Omnibus) dell’Ufficio federale della sanità pubblica (n=circa 5’600). Le domande poste sono state le seguenti (la sequenza corrisponde a quella del grafico):

«A Suo avviso, come deve essere disciplinata la canapa?

  • Il consumo e il possesso di canapa dovrebbero restare vietati ed essere puniti più severamente rispetto ad oggi.
  • Il consumo e il possesso di canapa dovrebbero restare vietati e i consumatori dovrebbero essere multati come avviene oggi.
  • Il consumo e il possesso di canapa dovrebbero restare vietati, ma i consumatori non dovrebbero essere puniti.
  • Il consumo e il possesso di canapa dovrebbero essere legali, ma la regolamentazione dovrebbe essere più severa rispetto a quella dell’alcol.
  • La regolamentazione del consumo e del possesso di canapa dovrebbe essere uguale a quella dell’alcol.»

Il grafico mostra la quota di persone che concordano con la corrispondente affermazione.

Fonti, riferimenti e informazioni supplementari

Fonti: Ufficio federale della sanità pubblica, Ufficio federale di statistica (Rilevazione Omnibus «Salute e lifestyle»)
Riferimenti: Dipendenze Svizzera, Prévention structurelle des dépendances: Une approche axée sur le contexte (scheda informativa, in francese e in tedesco).

Informazioni ai media

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Tel. +41 58 462 95 05

Ultimo aggiornamento

12.11.2019