Torna alla panoramica
Drucken

Nel 2018, 11,7% dei giovani di 14 e 15 anni in Svizzera hanno avuto un consumo a rischio di almeno due sostanze psicoattive. Tra il 2010 e il 2014, questo comportamento di consumo è diminuito. Nel 2018, è rimasto ad un livello simile a quello del 2014.

Questo indicatore fa parte del sistema di monitoraggio delle Dipendenze e delle MNT (MonAM) dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

La maggior parte dei giovani sono curiosi e hanno voglia di fare nuove esperienze. Alcuni potrebbero provare sostanze psicoattive come il tabacco, l’alcol, la canapa o altre sostanze psicoattive (illegali).

Il consumo di sostanze psicoattive comporta dei rischi a corto e lungo termine: secondo la sostanza, i giovani sono esposti a pericoli come i ferimenti, le intossicazioni o situazioni di violenza e una dipendenza può rapidamente instaurarsi. Inoltre, il loro sviluppo fisico e psichico può venir compromesso. Se i giovani consumano in maniera rischiosa più sostanze psicoattive, la probabilità di subire tali conseguenze negative aumenta.

Questo indicatore mostra la prevalenza del consumo a rischio di più sostanze psicoattive tra i giovani e come evolve nel tempo. Permette di identificare delle necessità di azione e, se caso, di mettere in atto delle misure preventive e di promozione della salute per questo gruppo d’età.

Definizione

Questo indicatore si basa sull’indagine svizzera presso gli allievi “Health Behaviour in School-aged Children” (HBSC).

Questo indicatore fornisce la proporzione di giovani di 14 e 15 anni che frequentano la scuola pubblica che consumano almeno due sostanze psicoattive in modo rischioso. Ossia, presentano almeno due dei comportamenti seguenti:

  • fumano tabacco almeno occasionalmente,
  • bevono alcol almeno una volta alla settimana e/o
  • hanno avuto almeno un episodio di consumo puntuale eccessivo (almeno cinque bevande alcoliche in un’occasione) nel corso degli ultimi 30 giorni,
  • hanno consumato canapa almeno una volta nel corso degli ultimi 30 giorni,
  • hanno consumato un’altra sostanza psicoattiva (illegale) almeno una volta nella loro vita.

Questo indicatore è calcolato a partire dalle domande seguenti:

‘Quanto spesso ti capita di fumare ultimamente? (categorie di risposta: ogni giorno/almeno una volta alla settimana, ma non ogni giorno/meno di una volta alla settimana/non fumo)’,

‘Ultimamente, quante volte consumi bevande alcoliche (per esempio birra, vino o superalcolici), anche se solo in piccole quantità? (bevande sulle quali la domanda porta: birra/vino/alcopop/superalcolici, liquori/altre bevande alcoliche; categorie di risposta: ogni giorno/ogni settimana/ogni mese/meno di una volta al mese/mai)’,

‘Nel corso degli ultimi 30 giorni, quante volte hai bevuto 5 bevande alcoliche o più nel corso della stessa occasione (di seguito, in un breve lasso di tempo) (“binge”)? (categorie di risposta: mai/1 volta/2 volte/3-5 volte/6-9 volte/10 volte o più)’,

‘Hai già preso della canapa (spinello, pot, erba, marijuana, hashish) negli ultimi 30 giorni? (categorie di risposta: mai/1-2 giorni/3-5 giorni/6-9 giorni/10-19 giorni/20-29 giorni/30 giorni o più)’,

‘Hai già fatto uso una o più volte di prodotti di questo tipo in vita tua? (sostanze sulle quali la domanda porta: ecstasy, MDMA/anfetamine, speed/eroina, oppio/medicine per drogarti/cocaina, coke/LSD/funghi allucinogeni, funghi magici; categorie di risposta: mai/una volta/più volte/spesso/non conosco questo prodotto)’.

Il diagramma ad anello mostra la distribuzione secondo 4 categorie (nessuna sostanza/1 sostanza/2 sostanze/3 sostanze o più). Per ragioni etiche, le domande sul “binge”, sulla canapa, così come quelle sulle altre sostanze psicoattive (illegali) sono state poste solo ai 14enni e i 15enni.

Dei dati comparabili sono disponibili per le indagini del 2010, 2014 e 2018.

Regioni linguistiche: la determinazione della regione linguistica alla quale appartiene una classe interrogata dipende dalla lingua del questionario inviato (tedesco, francese o italiano). Questa si basa sulla lingua (ufficiale) del comune dove si situa la scuola/classe. Le classi della regione linguistica romancia hanno ricevuto la versione tedesca del questionario. Gli allievi di queste classi sono quindi inclusi nella categoria ‘tedesco’.

Il campione nazionale HBSC copre un numero limitato di 11 a 15 anni nella regione italofona. I risultati calcolati per questo relativamente piccolo gruppo di giovani hanno dei grandi margini d’errore (o intervalli di confidenza). Inoltre, non possono essere considerati come rappresentativi di tutti gli 11 a 15 anni della regione italofona. Per questo motivo i giovani di questa regione sono combinati con quelli della regione francofona per le analisi.

Fonti, riferimenti e informazioni supplementari

Fonte: Dipendenze Svizzera (Studio “Health Behaviour in School-aged Children”, HBSC)
Referenza: Delgrande Jordan, M., Schneider, E., Eichenberger, Y, & Kretschmann, A. (2019). La consommation de substances psychoactives des 11 à 15 ans en Suisse – Situation en 2018 et évolutions depuis 1986 – Résultats de l’étude Health Behaviour in School-aged Children (HBSC) (rapport de recherche No 100). Lausanne: Addiction Suisse. (Link) (riassunto in italiano)
Informazioni complementari:
- Studio HBSC internazionale (Link)
- Studio HBSC svizzero (Link)
 

Informazioni ai media

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Tel. +41 58 462 95 05
 

Ultimo aggiornamento

28.03.2019