Torna alla panoramica
Drucken

Nel 2017, in Svizzera il 27% della popolazione fumava. I fumatori (compresi quelli occasionali) consumano in media 9,5 sigarette al giorno, 8,5 le donne e 10,4 gli uomini. I giovani e le persone in possesso di un diploma di livello terziario (formazione professionale superiore) ne consumano meno.

Dal 1992 il consumo giornaliero di sigarette è diminuito di oltre un terzo, da 15,3 a 9,5 unità. Il calo è maggiore per gli uomini (6,5 sigarette in meno) che per le donne (4,5 in meno). La quota di quelli che fumano almeno 20 sigarette al giorno è diminuita della metà, passando dal 40,9 al 21,1%.

Questo indicatore rientra nel sistema di monitoraggio delle dipendenze e delle malattie non trasmissibili (MonAM) dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Il consumo di tabacco è una delle cause principali di numerose malattie, di invalidità e di morte prematura. Mentre per le cardiopatie coronariche come l’infarto cardiaco anche solo fumare una sigaretta al giorno costituisce già un rischio accresciuto (circa la metà del rischio di fumarne 20 al giorno, Hackshaw et al., 2018), per altre patologie come il tumore ai polmoni il rischio cresce all’aumentare del consumo (Warren et al., 2013).

Questo indicatore è un ausilio per stimare il rischio per la salute delle persone che fumano.

Definizione

Questo indicatore è rilevato nel quadro della parte telefonica dell’indagine sulla salute in Svizzera. Rivela il numero medio di sigarette che la popolazione di fumatori fuma al giorno e la ripartizione in funzione della quantità di sigarette fumate al giorno. Il campione dell’indagine sulla salute in Svizzera viene estratto dalla popolazione residente permanente di più di 15 anni che vive in un’economia domestica privata in Svizzera. I valori calcolati per questo gruppo di popolazione sono ponderati (in funzione di regione di domicilio, sesso, età, nazionalità, stato civile e dimensioni dell’economia domestica) e pertanto rappresentativi.

L’indicatore si fonda su parecchie domande relative al consumo di tabacco. Attraverso le risposte viene generato l’indice (NICOT) del numero medio di sigarette al giorno, convertendo altri prodotti del tabacco in sigarette secondo il metro seguente: 1 sigaro corrisponde a 5 sigarette, 1 sigarillo o una pipa a 2,5 sigarette ognuno. Ai fini del calcolo del consumo giornaliero medio di sigarette vengono considerati tutti i fumatori, anche quelli che dichiarano di fumare meno di una sigaretta al giorno. Successivamente, sulla base dell’indice NICOT si procede alla suddivisione in cinque categorie (indice NICOT5).

Fonte

Riferimenti

  • Hackshaw, A. et al. (2018). Low cigarette consumption and risk of coronary heart disease and stroke: Meta-analysis of 141 cohort studies in 55 study reports. British Medical Journal 360: j5855. DOI: 10.1136/bmj.j5855: Studio  (in inglese).
  • Warren, G.W. et al. (2013). Tobacco and Lung Cancer: Risks, Trends, and Outcomes in Patients with Cancer. American Society of Clinical Oncology Educational Book 33, 359-364. DOI: 10.14694/EdBook_AM.2013.33.359: Studio (in inglese).

Informazioni supplementari

  • Indagine sulla salute in Svizzera 2017. Consumo di tabacco in Svizzera (2020). Ufficio federale di statistica (UST), Neuchâtel: Attualità UST (in francesetedesco).

Informazioni ai media

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Tel. +41 58 462 95 05
media@bag.admin.ch

Ultimo aggiornamento

30.06.2021