Torna alla panoramica
Drucken

Nel 2017, in Svizzera il 3,8% della popolazione dai 15 anni in su utilizzava Internet in una forma considerata problematica (v. definizione). Il fenomeno riguarda più gli uomini (4,3%) che le donne (3,3%). La quota di persone che utilizza Internet in modo problematico diminuisce gradualmente con l’avanzare dell’età. Lo fanno più spesso le persone straniere e quelle con un grado di formazione basso.

Questo indicatore fa parte del sistema di monitoraggio delle dipendenze e delle MNT (MonAM) dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Con il largo utilizzo di Internet e dei social media sono sorte anche nuove forme di dipendenza, ad esempio l’utilizzo di Internet con possibili ripercussioni sulla salute. Ne consegue che negli ultimi anni anche la società è sempre più confrontata con queste nuove forme di dipendenza e deve adottare contromisure.

La Strategia nazionale Dipendenze pone particolare attenzione al tema dell’utilizzo di Internet in quanto è fondamentale poter reagire in modo flessibile a nuovi pericoli adottando misure di prevenzione e terapie ad hoc.

Definizione

Questo indicatore è stato calcolato sulla base dei dati ricavati dall’indagine sulla salute in Svizzera.
Indica la quota di persone dai 15 anni in su che utilizzano Internet in modo problematico. La rilevazione dell’utilizzo problematico di Internet è basata sulla scala CIUS (Compulsive Internet Use Scale). Per il 2017 viene applicata la forma ridotta (a otto posizioni) della scala CIUS secondo Gmel et al. (2019), che tiene conto degli aspetti seguenti:

  • avere difficoltà a controllare l’uso di Internet;
  • preferire l’utilizzo di Internet anziché trascorrere tempo con altre persone;
  • avere mancanza di sonno a causa di Internet;
  • non vedere l’ora di utilizzare nuovamente Internet;
  • utilizzare Internet in modo sempre più frequente e prolungato;
  • trascurare altre attività a favore di Internet;
  • utilizzare Internet in caso di tristezza o depressione;
  • sentirsi irrequieti e frustrati quando non è possibile collegarsi alla rete.

Per ogni persona e per ognuno di questi otto aspetti viene calcolato un valore su una scala da 0 a 4. Se la somma supera un valore predefinito (cut off di >12 punti), se ne deduce che il comportamento nei confronti di Internet è problematico.

Per il 2013 e il 2015, il monitoraggio svizzero delle dipendenze (CoRolAr) utilizza la versione completa della scala CIUS (14 domande). Per poter paragonare risultati del CoRolAr a quelli dell’UST, vengono qui presentati solo i dati relativi alle 8 domande del CIUS incluse anche dell’UST. Per questa ragione, ci possono essere delle differenze tra i dati esposti qui e quelli esposti nei rapporti sul monitoraggio delle dipendenze.

Una spiegazione delle variabili sociodemografiche è disponibile nel documento: Definizione dei criteri.

Fonti

Riferimente 

  • Gmel G. et al. (2019). Development of a short form of the compulsive internet use scale in Switzerland. International Journal of Methods in Psychiatric Research, 28(1): studio (in inglese).

Informazioni supplementari

  • Marmet, S. et al. (2015). Monitoraggio svizzero delle dipendenze – Themenheft Internetnutzung und problematische Internetnutzung in der Schweiz im Jahr 2015. Dipendenze Svizzera, Losanna: quaderno tematico (in tedesco).

Informazioni ai media

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP
Tel. +41 58 462 95 05
media@bag.admin.ch

Ultimo aggiornamento

19.05.2021